Condizioni generali di vendita

Art. 1 La merce viaggia in ogni caso, anche se venduta franco destino o CIF, o FOB, per conto rischio e pericolo del Compratore, e per conseguenza la Venditrice non è responsabile di ammanchi o deperimenti di qualsiasi natura, ne di eventuali ritardi, maggiorazioni di tariffe ferroviarie ecc., ne in genere di qualsiasi altra sorte dovesse colpire la merce durante il trasporto.  
              
Art. 2 Per la qualità e la quantità della merce fanno fede esclusivamente i documenti di spedizione.

Art. 3 Per i trasporti effettuati dalla Venditrice con mezzo proprio, le eventuali irregolarità od ammanchi di merce, devono essere denunciati dall'Acquirente, a pena di decadenza, all'atto del ricevimento, inserendo il relativo reclamo nel documento di trasporto da restituire alla Venditrice stessa.
                      
Art. 4 Spetta all'Acquirente avanzare reclami e proporre azioni giudiziarie verso il Vettore e le Compagnie di assicurazioni.                                                                                                               
                 
Art. 5 Qualunque reclamo relativo alla quantità dei prodotti forniti dovrà essere comunicato per iscritto alla Venditrice entro otto giorni dalla data di ricevimento della merce e su merce ancora integra, a pena di decadenza. Si intende in ogni caso concessa la tolleranza d'uso in merito alla identicità delle tinte.   Non si accettano reclami per merce già usata.                                                                                                        
               
Art. 6 La messa in lavorazione di merce considerata difettosa è a tutto rischio e pericolo del Compratore. In ogni caso la responsabilità della Venditrice si intende limitata unicamente alla merce riconosciuta difettosa o al suo valore. Sarà facoltà della Venditrice, accettato il reclamo e constatata la propria responsabilità, sostituire la merce difettosa oppure ritirarla rimborsando l'importo corrispondente, escluso ogni indennizzo.   Trascorsi otto giorni dall'arrivo della merce, nessun reclamo potrà più essere proposto, nemmeno in via di rilievo di reclami presentati da terzi.    Il Compratore deve accertare a sua cura e sotto la sua piena responsabilità se la merce acquistata é idonea per l'uso a cui deve essere destinata, mettendo in essere, nel corso della trasformazione, tutti gli accorgimenti e le cautele atte ad evitare inconvenienti.   In ogni caso la Venditrice non potrà mai essere ritenuta responsabile delle conseguenze derivanti dalle insufficienze della merce rispetto all'uso a cui viene destinata.

Art. 7 Le eventuali differenze riscontrate nei pesi, dovranno essere comunicate a mezzo lettera raccomandata, tenendo la merce a disposizione della Venditrice per la verifica.   In ogni caso si intende normale, e non dà diritto a reclamo o rimborso, la differenza eventualmente riscontrata che non superi l'unopercento.
                                                               
Art. 8 Il Compratore si intende sempre impegnato per i quantitativi massimi contemplati nell'ordine o nella conferma. E' facoltà della Venditrice aumentare o diminuire i quantitativi massimi o minimi indicati nell'ordine o nella conferma, nella misura del dieci percento. Tutte le indicazioni che fanno riferimento ad altezza e dimensioni s'intendono accettate con la tolleranza del tre percento.   
                
Art. 9 I termini di consegna, salvo espresso patto contrario, sono sempre approssimativi. La Venditrice è esonerata da ogni responsabilità per gli eventuali ritardi, i quali tuttavia, non esonerano l'acquirente da tutte le obbligazioni incombentigli.                                                                      
                 
Art. 10 Salvi sempre gli effetti della forza maggiore, nel caso di mancanza o scarsità di materie prime, o scioperi, incendi e guasti agli impianti negli stabilimenti della Venditrice potrà differire le consegne oltre i termini pattuiti ed anche annullare il contratto senza essere tenuta a compensi o a risarcimento di sorta.                                                                       
                  
Art. 11 I pagamenti devono essere effettuati esclusivamente presso la sede della Venditrice o a mano dei suoi incaricati muniti di apposito mandato.                                                                      
                  
Art. 12 Il costo delle tratte, cambiali, ecc. nonché tutte le relative spese di esazione sono a carico del Compratore.

Art. 13 In caso di mancato pagamento anche parziale da parte dell'Acquirente, della merce fornitagli, la Venditrice avrà il diritto di sospendere ogni altra consegna, anche se oggetto di ordini separati, senza bisogno di procedere a preavviso di sorta e di ritenere risolto il contratto per colpa della stessa Acquirente. Gli eventuali reclami o contestazioni non danno diritto all'Acquirente di ritardare o sospendere i pagamenti e non saranno ammessi se non preceduti dal versamento delle somme da esso dovute.                                                                      
                 
Art. 14 In caso di ritardo nel pagamento, salvo quanto pattuito dal precedente art. 13, decorreranno gli interessi nella misura del tasso commerciale corrente.                                                                      
                  
Art. 15 Qualsiasi controversia relativa al presente contratto è devoluta alla competenza esclusiva dell'Autorità Giudiziaria di Bari.